Senza Internet

Mi permetto di essere agitata, nervosa e triste perché per tutto il giorno internet ha funzionato a singhiozzo, e io senza internet sono solo una ragazzina in un villaggio in cui la cosa più grande è un pub.

Nessuno con cui condividere la mia follia, nessuno da coccolare, nessuno con cui organizzare serate Thai nel weekend.

Nessuno con cui mangiarsi nervosamente le unghie perché stasera finalmente sapremo cosa ne sarà di Dean Winchester e di quel Marchio di Caino che lo sta lentamente portando alla follia.

Le cose belle sono che oggi io e T, la mia undicenne, abbiamo legato un po’ di più.

Che sto rileggendo Aristotle and Dante e diosanto mi piace così tanto che vorrei scrivere all’autore e chiedergli il permesso di tradurlo io.

Che sono quasi arrivata al traguardo di bere due litri d’acqua al giorno.

Che ogni giorno camminare diventa meno pesante.

Che oggi ho scritto un prologo decente alla mia storia e forse quasi anche un primo capitolo.

Mi scuso per il post indecente ma al momento anche la mia mente è indecente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...