Una Sterlina di Devastazione

Perché io ci ho provato, stasera.

Dopo un docciabagno decisamente sfiziosissimo –perché amo tanto il sole ma sono una creatura acquatica e nessuno lo può negare– ho guardato i miei bellissimi capelli –e scusate ma sono bellissimi. Una cosa bellissima ho e sono i capelli. Sono lunghi, scuri alla radice e quasi dorati verso le punte– e ho pensato ma perché non me li faccio a onde con la mia nuovissima spazzolaE’ così facile, basta prendere una ciocca, arrotolarla con attenzione sulla spazzola e phonarli.

Mezz’ora.

Mezz’ora sdraiata sul letto con quattro quinti dei capelli raccolti in una coda e il rimanente quinto…beh, nel rimanente quinto si era annidata la spazzola, in maniera così subdola che ho seriamente passato cinque minuti solo a cercare di capire come.

Perché è matematica, è fisica: se avvolgi i capelli tutti nello stesso senso e tutti insieme non si possono arruffare. Non. Si. Possono.

Si possono intrecciare tra di loro, certo, ma non attorno alla spazzola. Sono quasi tentata di fare un disegnino e faxarlo all’Universo perché tutto ciò va oltre il ridicolo, oltre l’idiozia fisica.

Il momento più imbarazzante della mia vita.

Ecco, almeno ho una risposta da dare quando mi fanno quella domanda. Finora le cose che mi sono successe sono imbarazzanti solo per le altre persone, nel senso che la gente le trova imbarazzanti solo perché hanno una soglia del ridicolo molto bassa, e io che non ce l’ho affatto non trovo ridicolo quasi niente.

Però trovo ridicolo, con me stessa, che una persona adulta e perfettamente in grado di avvolgere una ciocca di capelli attorno ad una spazzola da una sterlina debba ritrovarsi con un groviglio assurdo in testa.

La cosa è resa ancora più ridicola dal fatto che io sono un mago nello sbrogliare i nodi. Sono nota nella regioneballa– per questa mia abilità. La gente viene da ogni-no, ok, la pianto. Era per dire che i nodi sono la mia specialità, e che se questa cosa fosse successa a chiunque altro nel raggio di un chilometro sarei stata più che in grado –nonché più che felice– di accettare la sfida e districare ogni singolo capello senza alcun danno.

Ok, ora mi calmo e vado a leggere Guida Galattica per Autostoppisti, come consigliato da…da…

Meglio che gli trovi un nome in codice quanto prima.

Annunci

2 pensieri su “Una Sterlina di Devastazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...