Ritorno

Mi fanno male gli occhi.

Temo che in questo angolo della stanza non ci sia abbastanza luce per scrivere ma lo sto facendo lo stesso.

Sopra la mia testa sento tre persone che camminano, una delle quali offesissima perché il gatto l’ha aggredita, le altre due che tentano disperatamente di convincere il gatto a scusarsi.

Il gatto era qui solo un attimo fa, intento a farsi un allegro bidet e chissene frega.

Mi sono appena fatta un’italian chocolate -consiglio, non ordinate mai una cioccolata calda qui in Inghilterra perché il massimo che sanno fare è mettere un po’ di Nesquik nel latte, e neanche il latte è particolarmente buono- perché la giornata lo richiedeva e sono di quell’umore contemplativo, un po’ come un vecchietto in un cantiere un po’ come il morboso testimone di un incidente.

Solo che il risultato è una me molto più vecchia di come ricordavo che guarda la mia vita con le mani dietro la schiena e si chiede come ci sono finita e se appartiene davvero a me.

Bel risultato, proprio.

Comunque.

Direi che sono stata via anche troppo, considerato che sono quasi andata fuori di testa nel frattempo, che ho perso la bussola quasi del tutto, che sto prendendo decisioni importanti e che ehi, è quasi ora di cambiare la grafica di nuovo! Questa mi sta annoiando un po’.

 

Stamattina, nella mia passeggiata quotidiana, ho visto una cosa che mi ha spaventata a morte.

C’era un gatto arancione, piuttosto peloso, con una gran codona e due belle orecchie. Ho subito fatto i rumori di rito per farlo avvicinare, emanando quell’aura amichevole che sui cani funziona benissimo ma che sui gatti…beh, qualche volta, e ho aspettato che muovesse quei due tre passetti nella mia direzione.

Poi l’ho guardato e il mio cervello ha detto SBAGLIATO! GATTO SBAGLIATO!

esatto, tipo allarme

Era amichevole, tranquillo, miagolava in maniera un po’ patetica. L’ho coccolato più che potevo, un po’ sotto il mento, un po’ tra le orecchie…lui curvava la testa lungo la conca della mia mano, si strofinava teneramente, faceva le fusa. Poi la tremenda realizzazione.

Non aveva neanche un dente.

E’ stata una delle cose più pietose, sbagliate e terrificanti che io abbia mai visto.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...