I Fuochi, le Foglie, le Voglie e i Bambini

Vorrei guardare i fuochi di Guy Fawkes.

Purtroppo c’è un albero in mezzo.

Mi consolo pensando che anche se sono passati…credo quindici anni dall’ultima volta che ho scritto questo nome mi ricordo ancora perfettamente come si scrive.

Incredibbile.

 

Dunque.

La cosa bella di oggi era l’autunno dirompente.

Ad un certo punto, mentre portavo fuori la zucca che abbiamo dipinto per Halloween –questa-, ho sentito il tipico verso dello stormo di oche in volo, quel verso che tutti noi conosciamo benissimo per averlo sentito mille volte in film e cartoni animati.

Mai dal vero.

Ho alzato la testa e giuro, mi sono venuti i brividi. Una V perfetta di oche ha attraversato il cielo in una direzione imprecisata –probabilmente sud, geniaccio– e parlottando tra di loro in una conversazione che sembrava proprio seria.

Poi si è messo a piovere.

E sventava forte.

Ad un certo punto non potevo farci niente, dovevo andare a prendere J a Drama Club!

Ho guidato fino alla scuola, dove per fortuna c’era poca gente per via dell’orario –un’ora dopo la fine della scuola– e ho attraversato il cortile sotto la pioggia.

Lungo i muri il vento aveva accumulato una moltitudine di foglie: in base alla posizione dei rispettivi alberi le combinazioni erano diverse e veramente sorprendenti! All’inizio del vialetto le foglie erano piccole e arrotondate, sia marroncine che arancioni, poi le foglie marroncine lasciavano spazio a quelle gialle –e lì non potevo non fermarmi e fare la foto, diamine!– e infine c’è stato un tripudio di cose incredibili, come foglie allungate gialle, piccolissime foglie che sembravano quasi porpora e delle adorabili foglioline arrotondate e arancioni.

A parte questo tripudio autunnale questa giornata è stata più impegnativa del solito.

Ieri credendo di fare una cosa sensata e dormire dieci ore anziché otto ho ceduto al sonno alle nove anziché alle undici. Grosso errore! Mi sono svegliata alle cinque del mattino –anziché alle sette, of course– e non sono più stata capace di riaddormentarmi.

Ho sognato di nuovo lei, stanotte, e una volta sveglia mi sono resa conto del perché: con oggi fa un anno dall’ultima volta che ci siamo scritte. Ho quasi pianto, pensando a come tutto il mio futuro sia rimasto là, a quanto mi manca, a quanto mi senta ancora mezzo muffin.

Basterebbe un messaggino, un cenno, sentire come sta, sapere se almeno la sua metà del muffin ha trovato la completezza. Il desiderio, il terrore che stia bene, quando non c’è montagna che non scalerei per essere di nuovo io la custode di quella felicità.

 

I fuochi di Guy Fawkes vanno avanti, e l’albero è sempre in mezzo.

Oggi mi è stato proposto di restare, ancora. Dalla terza settimana di Novembre eravamo già passati a  Natale, ora da Natale siamo passati a cinque settimane nell’anno nuovo.

Duemilaesedici.

C’è sempre, da parte mia, il desiderio di restare. Amo l’Inghilterra, amo Oxford, amo questo luogo e amo questa famiglia. Odio il pensiero di impantanarmi di nuovo a casa, di restare intrappolata e di non trovare la mia strada perché sono seduta troppo comoda.

Una parte di me vorrebbe fare un corso di grafica, o forse due, e pensa che, in effetti, farlo a Oxford sarebbe prestigioso.

Una parte di me vorrebbe solo tornare a casa.

Sempre ammesso che ce ne sia una in cui tornare.

 

PS: apparentemente sono la migliore au pair che hanno mai avuto, almeno a detta di T –undici anni- mentre J –dieci anni– è stato più diplomatico: davanti alla domanda Preferiresti che restassi o che andassi a casa? ha detto che la scelta è mia e che quindi devo pensarci io. Però preferirebbe anche lui che restassi. Alla mia obiezione Mi piacerebbe restare ma vorrei trovarmi un lavoro serio ha replicato saggiamente Il McDonald assume ma temo che la paga non sia così buona.

Credo proprio che alla luce di questo dovrei restare e basta.

Annunci

2 pensieri su “I Fuochi, le Foglie, le Voglie e i Bambini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...