Voli, poi Sbagli, poi Leggi

E’ sempre pericoloso postare così presto.

Lo si fa per necessità, per discrezione, per comodità: fesserie grosse come quelle che ho fatto oggi non le farò mai più e stasera voglio andare a letto prestino per recuperare la notte di ieri.

Lo si fa, ma nelle orecchie si sente l’eco della risata dell’Universo, al quale basterebbe un attimo per farmi uno sgambetto.

Oggi ho deciso che non potevo aspettare e ho prenotato i voli per tornare a casa per Natale: 21 dic-7 gen, giusti per la famiglia e giusti anche per Verde Acqua, che in Italia non ci torna ma vuole stare con me ugualmente.

Salto su SkyScanner, escludo i vari voli che partono da aeroporti troppo strambi, resto con Marco Polo e Gatwick, trovo i giorni e finisco su un prezzo bellissimo: 63 sterline andata e ritorno.

Fantastico, penso, e senza neanche chiedere una conferma ai miei host parents o a chiunque compio l’agognato acquisto. Digito il codice di sicurezza, l’ultimissimo passo prima dell’invio finale, e spedisco il tutto.

In quel momento mi cade l’occhio sul dettaglio che io, povera piccola imbecille troppo entusiasta all’idea di tornare, non ho calcolato: è Venezia-Gatwick, non Gatwick-Venezia.

Muoio dentro.

Di vergogna, innanzitutto, perché un errore così stupido non si è mai visto, e poi di preoccupazione economica: cambiare i dettagli di un volo costa 30 sterline a tratta. Fa che solo per cambiare i due voli spendo il doppio. Senza contare la differenza di prezzo tra i miei voli e quelli che realmente mi servivano.

Ho chiamato il servizio clienti di Easyjet. Quello inglese, con la morte nel cuore, l’adrenalina che pompava a mille. Perché io odio parlare con gli inglesi al telefono, perché sono una merdina nell’ascolto e perché la situazione era già abbastanza compromessa.

Ma comunque.

Chiamo e finisco a parlare con una ragazza giovane, straniera anche lei. E’ paziente, gentile, mi dice che ci sono quattro voli disponibili per l’andata e altri tre per il ritorno. Me li elenca pazientemente, mentre me li scrivo e scelgo il migliore, e poi mi dice dato che l’errore è stato fatto in buona fede non ti addebiteremo il prezzo dei cambiamenti sui voli ma solo la differenza tra i voli che hai pagato e quelli che hai scelto.

Mi sono fatta passare il suo superiore apposta per dirgli quanto lei sia stata gentile e paziente.

aggiornamento in tempo reale: dev’esserci un passaggio segreto sull’angolo della credenza perché un attimo fa il gatto era lì e ora ciao e banane

A parte questo incredibile episodio –ringrazio Fe’ per aver detto oh mio dio, ma è fantastico! E’ una barzelletta!– questo lunedì è stato appesantito dal ridotto numero di ore che ho dormito…la sera leoni e la mattina…

L’unica altra cosa degna di nota che ho fatto –a parte pulire, che nello stato in cui ero è decisamente degno di nota– è stato guardare La Storia Infinita.

Questo film fa parte della categoria film che ho guardato quando ero troppo piccola, che mi hanno traumatizzato e dei quali non ricordo una cippa. In genere me ne ricordo annianniannianniannianniannianni dopo –scusate ma questa espressione è molto popolare dalle mie parti– poi li guardo, ne comprendo l’intima essenza e in genere comprendo l’origine di alcune delle mie follie.

Guardare La Storia Infinita è stato stranissimo.

Ricordavo alcuni pezzi a memoria, anche in inglese, ma per esempio non ero pre niente preparata ad alcune scene, come quella dell’incontro tra Atreyu e l’Infanta Imperatrice.

Quella bambina ti strappa l’anima.

Ho deciso di leggermi il libro, specie perché sono quasi certa di non averlo mai preso in mano, shame on me. Al momento sto ancora leggendo Albion-Ombre, il seguito di un libro che mi era piaciuto moltissimo, scritto da un’autrice italiana, Bianca Marconero.

Non posso dire molto –voglio che abbia un post tutto suo– ma al momento sono preoccupatissima per il suo protagonista Marco. Che mi sta un po’ sui cosiddetti ma me ne preoccupo lo stesso.

Poi capirete.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...