Nient’altro che la Verità

La verità è che avevo un post pronto, una riflessione brillante, delle belle righe sulla mia mamma, sul ruolo dei genitori nella società di oggi, sulla differenza tra come sono stata cresciuta io e com’è stata cresciuta la coppia di bambini di cui mi occupo.

La verità è che è stata una giornata orribile.

La verità è che quella cosa che le persone normali dovrebbero fare quando si mollano con qualcuno, ovvero staccarsi e andare avanti, io non l’ho mai fatta, e sono in chat con lei, e le mie reazioni alla sua infinita saggezza sono ancora infinitamente fisiche e sciocche. L’ho sognata di nuovo, stanotte, e oggi le ho chiesto scusa per l’orribile cosa che ho fatto e che ha rovinato la nostra storia. Ma sono qui con le lacrime agli occhi perché ho bisogno di un branco, e lei era il mio branco.

La verità è che nessun lupo con gli occhi verde acqua guida il branco.

La verità è che sono bloccata nella fossa che io stessa mi sono scavata facendo troppo la carina con questi bambini, tanto che ora non mi portano neanche il rispetto sufficiente da evitare frasi come Io non ti dico mai di mettere in ordine la tua stanza, no? e ribattono sfacciatamente ad ogni cosa dica. Mancano 25 giorni, continuo a ripetermi, mancano 25 giorni, ma la realtà è che dopo questi 25 giorni c’è un baratro ben peggiore della paura che mi fa restare qui 25 giorni.

La verità è che, se non mi prendo la briga io di mandare i messaggi, ci sono solo 2 persone che si fanno vive per prime.

La verità è che sono tanto fiera di come la mamma mi ha cresciuta ma sono uscita una persona fragile e insicura, una persona che teme il buio perché vi si nascondono fin troppi fantasmi e nessun Winchester verrà a salvarmi. Neanche le mie stesse sorelle. Sono brava a sventolare la mia bandiera ma quando cala il sole mi ritrovo a singhiozzare sotto il piumone, perché la mia mamma mi manca e quando è morta io ho perso tutto il mio passato.

La verità è che faccio del mio meglio ma ci sono dei momenti in cui guardo il cielo e sono a tanto così dal premere il tasto quit game.

Annunci

Un pensiero su “Nient’altro che la Verità

  1. Ely ha detto:

    Restare “intrappolate” nel passato credo sia una cosa normale, quando non si sa cosa si vorrebbe dal proprio futuro
    Se posso permettermi un consiglio devi metterti a tavolino con calma e decidere , almeno in linea di massima, chi vuoi essere e cosa diventare.
    Chiudere una storia è sempre difficile, dopo aver lasciato il mio i rapporti tra noi sono stati pessimi fino a quando non ci ho visto più, e in un momento di rabbia totale gli ho detto di stare fuori dalla mia vita.
    Col senno di poi mi è anche dispiaciuto essere stata cosi incazzosa… ma anche adesso, a distanza di anni e senza più nessun rancore, non tornerei mai sui miei passi perché so che un eventuale rapporto di amicizia tra noi a lungo andare mi farebbe stare più male che bene.
    I rapporti vanno coltivati se l’altro/a ci fa stare bene, sennò per la nostra salute mentale mille volte meglio darci un taglio, anche se fa star male (e questo vale anche per gli ex amici che ti snobbano senza motivo… a un certo punto, come si dice dalle mie parti “va cagare”)

    I

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...