Lezione di Realismo

Se mi incontraste spesso avreste notato che indosso quasi sempre un ciondolo d’oro, una medaglietta rettangolare con incise le cinque iniziali dei nomi dei miei familiari –P C M G E– e la data del mio ventesimo compleanno. E’ il regalo che la mia mamma mi ha fatto per i miei vent’anni l’anno che è morta, l’ultimo regalo che io abbia ricevuto dai miei genitori.

Per anni è stato indossato indegnamente con un cordino cerato nero, finché prima di partire tre anni fa non ho sentito il bisogno di celebrarne l’importanza con qualcosa di più degno e ho comprato una catenina d’argento, vergognandomi di non potermene permettere una d’oro e confidando nel buongusto dell’orafa che suggeriva che anche in due colori la collana aveva il suo perché.

Oggi mio padre, a distanza di otto anni e passa da quella data, ha notato la catenina d’argento e ha detto Ce ne sono d’oro, se ne vuoi.

Succede: ai battesimi i regali sono sempre gioielli che rimangono nascosti per decenni prima che l’interessato/a sia in grado anche solo di apprezzarli.

Da oggi quel ciondolo è finalmente onorato come si deve da una catena grumetta –non guardatemi così, ho dovuto googlarlo– a maglie mediopiccole.

Se mi incontraste spesso sapreste che ho dei capelli castani che hanno quasi sempre delle belle onde per le quali me la tiro da morire –ebbene lo ammetto– ma il cui colore non è niente di speciale. Salvo quando A. me li faccio tingere di rosso da mia sorella o B. nello stadio intermedio tra la tinta e la ricrescita si sbiadiscono ad un interessante quasibiondo.

Ebbene, tutto ciò sta per finire.

 

Lo so che aspettavate la lezione di realismo, il fatto è che non ho voglia di parlarne.

Quella persona che non ha nome, quella che mi trattava così bene, che mi coccolava e mi teneva aperte le porte e mi diceva sei meravigliosa…ha chiuso i battenti. Ha deciso che no, la cosa finisce qui, che non è così coinvolto, che quando gli ho chiesto se gli piacevo in quel senso e ha risposto sì non contava.

Questa è la mia lezione di realismo, e sono a tanto così dal tatuarmi una farfalla sull’altro mio braccio con scritto Trust No Bitches.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...