Un Veloce Riassunto

Mi piace come, nell’iniziare questo post, la mia mente si sia rivolta all’inglese e non all’italiano.

E’ una bizzarria linguistica che mi piacerebbe approfondire, quando e in nome di cosa le risposte nella mia mente prendono forma in inglese piuttosto che nella mia lingua madre. Che certe espressioni intraducibili spuntino fuori quando parlo in italiano era successo ancora, ma che la mia mente partisse automaticamente in inglese non così spesso.

Stamattina qualcuno ha messo mi piace ad un post del mio blog.

Non succedeva da un po’, e a ragione: ho postato sei volte in dicembre, due in gennaio e solo una in febbraio. Mentre cercavo di decidere se svegliarsi alle sette e venti fosse accettabile per una domenica mattina ho riletto un po’ di cose, intenerendomi un po’ per le cose che ho scritto nell’ultimo anno e in generale trovando interessante la strada compiuta da allora.

Ho pensato che forse la mia sanità mentale merita un po’ più di spazio e la promessa fatta a TescoMan di cambiare qualcosa della mia vita –come se non avessi cambiato abbastanza cose nell’ultima settimana– merita di essere adempiuta.

adempiuta?

Così eccomi qui, a quasi un mese dall’ultimo articolo, a rileggerlo e sentirmi una persona così diversa.

Il cambiamento più importante è che ho lasciato Starbucks.

pianto e stridor di denti

Non è stata una scelta facile e mi manca tremendamente, come mi mancano i miei clienti regolari e tutti i miei colleghi, chi più chi meno. Dopo un anno era un lavoro che conoscevo a menadito, nel quale mi destreggiavo senza fatica e che mi teneva al caldo come una felpa amata e datata. Purtroppo, come dicevo a Mr. Gatto, quella sensazione di comodità e familiarità è nemica della crescita e del miglioramento, ed essendo io una persona tremendamente pigra non ho intenzione di lasciarmi dormire sugli allori.

Mr Gatto è rimasto così affascinato dalla metafora che la usa a suo piacimento, come non ha mancato di informarmi, ma sempre citando me come fonte

Al momento lavoro in un college, non molto distante da dove abito, per una media di otto ore al giorno nelle quali non solo non devo più correre avanti e indietro come da Starbucks ma vengo anche nutrita e per di più gratis. Il confronto sulla carta è implacabile ma la verità è che un lavoro deve nutrire anche l’anima, e al momento la mia anima non è nutrita proprio per niente.

Siamo comunque persone razionali e preferiamo, prima di condannare una professione, esercitarla almeno per un mese.

Passato quello il verdetto si abbatterà implacabile e io tornerò da Starbucks senza batter ciglio, muahuhauhauhau.

Ehm.

Un altro importante dettaglio è che Jo si è stancata di me e mi ha chiesto di andarmene, prima gentilmente –facciamo entro la fine di maggio?– e poi urlandomi dietro ieri mattina. Grazie Jo, mi serviva proprio qualcuno che aggiungesse dell’angoscia alla mia già complicata situazione di ragazza distante da casa e senza ragazzo da cui correre a piangere.

Perché, proprio durante questo momento di sfida dell’Universo, Quello Senza Nome è in Sudafrica a fare ricerca sul campo.

Va detto, dopo avermi trascurata per un mese intero prima della partenza sta reagendo alla distanza in modo piuttosto interessante, dicendomi palesemente che gli manco, chiamandomi ogni due giorni per almeno un’ora e suggerendo che ci facciamo un paio di giorni insieme nel breve break tra i suoi due viaggi.

Perché, non contento di passare 5 settimane in Sudafrica e tornare la seconda settimana di aprile, ripartirà dopo 10 giorni per altre 5 settimane, stavolta negli States.

sospira tristemente

Nel frattempo, per motivi a me sconosciuti, non c’è acqua calda nell’appartamento, e non sappiamo quando tornerà.

Stay Tuned.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...