Alla fine

E’ dura postare a quest’ora.

Sono le dieci e io ho passato le ultime 14 ore in giro per Oxford, sette a lavorare, tre a bighellonare con la mia ex collega M –esatto, quella a cui Mr. Gatto ha fatto la dichiarazione– e le restanti quattro in giro tra spostamenti, cena e una meravigliosa conferenza con tre scrittrici di YA.

Il fatto è che oggi ero da sola e mi sono presa cura della hall tutta da sola, mentre i miei colleghi erano ad un corso di aggiornamento sul customer service.

anche io voglio fare un corso sul customer service!

Le cose migliori sono sempre improvvisate quindi oggi, nel recarmi nella libreria più antica d’Inghilterra, mi sono fatta intortare da una delle commesse mentre sistemava dei mucchietti di libri accattivanti.

Stasera c’è un evento con queste tre scrittrici bravissime, costa solo due pound, ne vale la pena!

Stanca morta puzzolente impolverata affamata e con il disperato bisogno di scappare in bagno sono rimasta a mangiarmi le mani per una manciata di minuti, il mio amico libraio C che litigava con il pc e le ordinazioni del nuovo libro di Robin –mancano giusto due settimane!– e la libraia che sorrideva incoraggiante.

Lamannaggia!

Alla fine ho optato per una tremenda ed economica cena da Burger King –solo perché ormai tornare a casa e ripedalare fino al centro era fuori questione– e ho aspettato le sette, quando tre scrittrici di cui non avevo mai sentito parlare si sono sedute per parlare di Young Adult –che poi è anche il target al quale starei più o meno lavorando io con il mio nuovo progetto– e discutere dei loro libri.

Mi sono innamorata della prima. Ho comprato il suo libro per farlo autografare perché mi piaceva troppo il modo in cui parlava, il suo neo appena sotto l’occhio, il suo vestito rosso e il modo in cui ha chiacchierato amabilmente con me mentre mi scriveva una bellissima dedica.

versacci da piccolo animale felice

Oggi ho corso con la bici come una disperata, lungo il viaggio di ritorno, e sono stata assalita, sulla strada di casa, dall’odore dell’acqua e quello di fiori. Per un attimo nel buio mi è sembrato di essere di nuovo sulla spiaggia e un attimo dopo in un giardino, tanto forte era l’odore che mi circondava.

E lo so che sono due cose completamente slegate tra di loro ma alla fine di questa giornata ho portato con me quel ricordo e credo di essermi lagnata già abbastanza negli ultimi tempi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...