Baileys Risotto e Mario Kart

Credo che a mezzanotte la domanda giusta sia Ma io reggo bene l’alcool?

Sono appena tornata a casa dopo qualcosa che era partito come un pomeriggio di videogiochi e per un fraintendimento è diventato Vediamo se riusciamo a far fuori due bottiglie di Baileys in tre.

Credo che ce l’abbiamo fatta benissimo e senza grossi sforzi.

 

Oggi era la prima delle mie superimpegnatissime tre giornate off.

Il piano era di passare a salutare la mia collega H nel college dove lavora, restare lì un po’, tornare a casa e mettere ordine e poi recarmi al suddetto pomeriggio di videogiochi…poi cose sono successe e io non sono andata molto lontano.

Cose come una fiera dell’artigianato, di fronte alla quale mi sono sentita una merdina perché l’anno scorso, nello stesso periodo, io avevo detto L’anno prossimo farò anche io questa cosa e poi me ne sono completamente dimenticata. Le cose che ho visto. Le cose di cui mi sono innamorata.

Cose come le danze folkloristiche di Oxford, che non posso credere che sia già passato un anno dall’ultima volta.

Cose come un festival del cibo greco, al quale mi sono recata per innamorarmi di una torta salata di zucchine, per farmici dare la ricetta seducendo una delle cuoche e per prendermi una piccola cotta per la Baklava grondante miele che mi hanno offerto.

 

Sono troppo stanca e ubriaca per fare grosse riflessioni, mi piacerebbe solo ripetere quello che H mi ha detto stamattina: hai un sacco di amici.

Mi sono fermata, stamattina, un secondo prima di ribattere Ma noooo.

Ci sono J e A che ho visto oggi pomeriggio, colleghi da Starbucks, e H che ho visto sempre stamattina, anche lei conosciuta da Starbucks.

Ci sono W e N e A e V e C e F, amici italiani a Oxford che conosco da uno o due anni e che non vedrò domani al caffé domenicale perché sarò con altri amici.

Ci sono I e C e S, amici conosciuti nei dintorni per via delle mie passioni.

Ci sono E ed E e J e L, sempre conosciuti da Starbucks, e M che mi ha invitata a cena domani e J con il quale andrò domani alla Oxford Comicon.

E sono stata zitta perché poi ho S e R e A e S e M e S dall’Italia, che anche se non mi possono abbracciare sono sempre pronte ad ascoltarmi quando mi lagno e cerco un consiglio.

Sono stata zitta e ho solo sorriso internamente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...