Sciocca

Oggi sto imparando delle cose.

La prima è che nessuno ti risponde, di sabato. Stanno tutti facendo cose. Non è una critica e neanche lo vuole essere, è una semplice constatazione di come io sia anormale.

Io mi sono svegliata presto, stamattina, incapace di dormire fin tardi e pensando che anche se alla fine sarei stata operativa solo il 50% del tempo almeno avrei iniziato presto. Quindi ho fatto una lavatrice, messo in ordine ogni angolo della stanza, fatto un reclamo ad Amazon, pagato l’affitto, scritto altri due capitoli della mia storia, deciso che non compro nessuna camicia per la mia divisa e incollato il piano della scrivania.

Tutto questo spalmato lungo l’intero arco della giornata, intervallato da episodi di Friends –non temete che ho quasi finito– tentativi di fare un disegno decente, un simpatico pranzo e alcune conversazioni con la mia padrona di casa: la ragazza alla quale volevamo affittare la stanza alla fine ha deciso di ritrasferirsi in Spagna invece di restare quindi la ricerca continua.

La seconda cosa che ho imparato è che non importa che io abbia incollato il piano della scrivania ai cassettoni inferiori: continua misteriosamente a traballare.

con buona pace dei soldi che ho speso dietro alla colla

La terza cosa che ho imparato è che il mio span d’attenzione è bassissimo. Ma proprio bassissimo.

Ho aperto documento che dovevo scrivere, ho iniziato a scrivere, poi mi è venuta in mente una cosa che avevo sempre voluto controllare allora ho aperto Chrome, poi mi è arrivata una notifica di FB e l’ho letta e poi mi sono persa su una pagina, poi ho taggato mia sorella in una cosa che sapevo le sarebbe piaciuta, poi le ho mandato un messaggio, poi mi sono detta ehi, è un po’ che non sento questo quello quell’altro, mo’ gli chiedo come va

Morale della favola, alla fine ho scritto due capitoli ma ci ho messo una vita. Dicono che quando si hanno problemi d’attenzione così bisognerebbe combatterli –naturalmente– ma sono impulsi talmente subdoli che-

…ecco, l’ho appena fatto. Mi è tornata in mente una persona che non sento da un po’ e le ho scritto due parole, perché ci vuole un attimo, perché tanto adesso sono qui di nuovo… ma come dicevo sono talmente subdoli che è un po’ come quando hai in mano una bibita, la sorseggi anche senza pensare… come i cocktail dell’Alchemist l’altro giorno, sorseggia qui sorseggia là ti finiscono in un attimo.

E ci metti sei ore a fare le cose.

Certo è che almeno ho tolto dalla lista parecchie cose e tutto sommato mi sono anche riposata bene: ieri il mio turno si è protratto inaspettatamente al punto che alle cinque ero ancora al lavoro. Se si conta che ho iniziato alle sette del mattino fanno ben 10 ore di turno.

…pensandoci dopo ieri forse non è troppo strana questa voglia di cazzeggio…

Mi dispiace un po’ di aver smesso di scrivere ogni giorno ma sono state giornate un po’ impegnative e com’è giusto che sia più mi abituo a questa vita e meno cose mi sembrano straordinarie o degne di nota.

Devo però ammettere che la giornata di ieri è stata, per quanto challenging –bellissima parola che non posso veramente sostituire con sfidante- mi ha regalato anche dei momenti molto belli. A pranzo, ad esempio, ero con il resto dello staff del college –per lo più persone che lavorano in ufficio– e ho avuto un momento di beatitudine quando, nel portare alla bocca una forchettata di spezzatino, ci ho trovato dentro una vagonata di coriandolo. Devo aver detto qualcosa tipo mmmmh perché tutti si sono girati a guardarmi e io ho dovuto ammettere che era pura passione nei confronti del coriandolo, al che tutti sono scoppiati a ridere in una maniera molto carina.

…e niente, queste erano le cavolate di oggi. Sto iniziando a pensare di essere un po’ sciocca a scrivere queste cose ma la verità è che…

…che probabilmente sono solo un po’ sciocca in generale.

 

Annunci

Una risposta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...